Morto Paolo Murialdi storico del giornalismo

È morto l’altra notte a Milano Paolo Murialdi, giornalista, scrittore e storico del giornalismo. Aveva 87 anni. A Murialdi, che fu anche presidente della Federazione Nazionale della Stampa negli anni Settanta, si deve una storia del giornalismo che è fra le più approfondite e dettagliate. Nato a Genova l’8 settembre 1919, Murialdi si era laureato in giurisprudenza ma sin da giovanissimo aveva già deciso di dedicarsi al giornalismo: a vent’anni infatti, nel 1939, entrò come praticante al quotidiano genovese Il Secolo XIX. Il dopoguerra lo vede a Milano dove diventa prima redattore al Corriere della Sera e poi, dal 1956 al 1973, redattore capo central del Giorno. Per un anno, dal 1993 al 1994, è stato anche consigliere di amministrazioen della Rai. Al giornalismo Murialdi ha dedicato la maggior parte della sua attività di scrittore: La stampa italiana del dopoguerra, Come si legge un giornale, La stampa del regime fascista, oltre alla già citata Storia del giornalismo italiano, edita da Il Mulino nel 1996.