Morto Pio Leyva Era la voce dei Buena Vista

Da Roma

Lentamente una fase musicale importantissima degli anni Novanta si sta spegnendo. Pio Leyva, cantante ed autore del gruppo Buena Vista Social Club, è morto ieri di infarto. Aveva 88 anni. Leyva, che aveva vinto una gara di bonghi all'età di sei anni e aveva fatto il suo esordio da cantante nel 1932, aveva già avuto un attacco di cuore domenica ed è morto ieri mattina in ospedale, ha annunciato la figlia Rosalia.
Il vivace improvvisatore del tradizionale stile musicale cubano del «son» è stato l'ultima star della celebre formazione a morire. Il membro più anziano, Compay Segundo, e il pianista Ruben Gonzalez erano morti nel 2003, all'età rispettivamente di 95 e 84 anni. Il cantante Ibrahim Ferrer è morto l'anno scorso a 78 anni. Questi musicisti ampiamente dimenticati avevano visto le loro carriere improvvisamente rilanciate dopo aver registrato una jam session con il chitarrista Ry Cooder nel 1996 che divenne il premiato album Buena Vista Social Club che è diventato uno dei capiscuola della rivalutazione delle musiche etniche in corso negli anni Novanta. Questa registrazione rinnovò l'interesse mondiale verso la musica tradizionale cubana. Buena Vista era il nome di un club per soli anziani in un quartiere occidentale dell'Avana. La commovente storia della loro tarda celebrità internazionale è stata raccontata in un documentario omonimo che ha ottenuto una nomination agli Oscar ed è stato diretto da Wim Wenders.