Morto il ragazzo ferito alla testa dopo rissa al bar

È morto dopo un giorno di agonia Umberto Improta, il ragazzo di 25 anni ferito con un colpo alla testa dopo una rissa a Napoli. Il giovane era stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Loreto Mare, dove era stato portato nella serata dell’altro ieri: dopo una rissa per futili motivi, un proiettile aveva raggiunto la sua testa. Il colpo d’arma da fuoco gli aveva danneggiato il cervello in modo irreversibile e non è neanche stato possibile intervenire chirurgicamente. Con la morte di Improta si aggravano anche le posizioni dei tre minorenni fermati ieri mattina e del giovane arrestato. L’accusa di concorso in tentato omicidio, rissa aggravata, detenzione e porto illegale di arma e spari in luogo pubblico, sarà ulteriormente appesantita dalla morte del giovane. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine la vittima era stata coinvolta in una rissa in un bar a San Giorgio a Cremano alla quale, secondo la sorella, era «del tutto estraneo».