Morto sull'Everest l'alpinista svizzero Ueli Steck

Il corpo senza vita sotto la parete ovest. Sarebbe caduto durante la scalata

Si stava preparando all'ambiziosa traversata Everest-Lhotse l'alpinista svizzero Ueli Steck, trovato morto sul monte Everest, non lontano dal Campo 1, dove si stava acclimatando in vista dell'impresa.

Non è ancora chiaro come Steck sia morto, ma il 41enne, conosciuto dai colleghi come Swiss Machine per via dei suoi record in alta quota, sarebbe precipitato su un pendio ghiacciato del Nuptse.

Il corpo dell'uomo - scrive l'Himalayan Times - è stato trasferito a Kathmandu. Il ritrovamento dopo l'allarme lanciato da un altro gruppo di alpinisti che si trovavano al Campo e hanno assistito alla caduta di Steck.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 30/04/2017 - 13:10

Ho visto il film,e,veramente,salire lassù è dura.

Ernestinho

Dom, 30/04/2017 - 18:17

Senz'altro dispiace ma sfidando la sorte oltre un certo limite prima o poi capita il prevedibile! Colpa della stupidità umana!

rokko

Lun, 01/05/2017 - 01:09

Ernestinho, certo restando dietro un computer sputando sentenze dincerto non si rischia nulla.