Morto Vitalone, andreottiano doc

Claudio Vitalone (nella foto) è morto a Roma a 72 anni. Fu tra gli uomini più vicini ad Andreotti che nel suo sesto e settimo esecutivo lo nominò sottosegretario agli Esteri, mentre nel governo Amato fu ministro del Commercio estero. Vitalone divise col «divo Giulio» anche i momenti più bui, come la vicenda giudiziaria che lo vide coinvolto nel processo Pecorelli, da cui uscì assolto, ma la ferita, per lui che prima di essere politico era nato magistrato, fu lenta a rimarginarsi. Vitalone, sposato, quattro figli, si era laureato in giurisprudenza e nel 1961 era entrato in magistratura diventando sostituto procuratore e consigliere di Cassazione. Sostenne l’accusa nel processo per il golpe Borghese. Dalla politica si ritirò nel ’92 dopo gli esordi risalenti al ’52.