È Mosca la città più cara del mondo

Dietro la capitale russa, Seul e Tokio. Milano, tredicesima, è la prima delle italiane in classifica

da Milano

A sorpresa, Mosca si rivela la città più costosa del mondo, scavalcando Tokio e superando di diverse lunghezze la prima delle italiane in classifica, ossia Milano, attestata in tredicesima posizione. Sono i risultati del sondaggio realizzato - su 144 metropoli di sei continenti - da Mercer Human Resource Consulting, leader globale nelle risorse umane e nei servizi finanziari, e utilizzato da multinazionali e governi per determinare l’indennità di compensazione destinata ai dipendenti all’estero.
Una classifica caratterizzata quest’anno da significative novità, legate principalmente alla fluttuazione del cambio monetario. Il deprezzamento dello yen, infatti, ha fatto scivolare Tokio dalla prima alla terza posizione, preceduta dalla capitale russa e da Seul. Negli Stati Uniti, invece, la forza del dollaro contro l’euro e le altre valute straniere ha fatto guadagnare tre posizioni a New York, che già era la città più costosa del Nord America ed è ora al decimo posto.
L’eccezione è rappresentata proprio da Mosca, che ha guadagnato tre posti in classifica grazie al boom del mercato immobiliare e al conseguente, vertiginoso rialzo dei prezzi delle case. E sorprese arrivano anche dai Paesi in via di sviluppo: a Ho Chi Minh City (trentasettesima), per esempio, la vita è più cara che a Chicago o a Miami. Invariato invece il fondo classifica: la città più economica è ancora Asuncion in Paraguay.
Quanto all’Europa, esclusa Mosca, la città più cara è prevedibilmente Londra (al quinto posto), mentre in Italia il deprezzamento dell’euro ha fatto scendere Milano (da undicesima a tredicesima) e Roma, passata dal diciassettesimo al ventunesimo posto.