Mosca, il magnate in esilio Berezovski condannato a sei anni

La condanna riguarda il furto di
quasi 215 milioni di rubli (poco più di sei milioni di euro) all’Aeroflot. Berezovski, in rotta con il Cremlino, si è rifugiato nel 2000 a Londra ottenendo asilo politico

Mosca - Il controverso magnate in esilio Boris Berezovski è stato condannato a sei anni di reclusione da un tribunale di Mosca. La condanna riguarda il furto di quasi 215 milioni di rubli (poco più di sei milioni di euro) all’Aeroflot. Lo comunica l’Interfax, precisando che il procuratore Kubliakov ha definito la sentenza "un passo per una nuova richiesta di estradizione". Berezovski, in rotta con il Cremlino, si è rifugiato nel 2000 a Londra ottenendo asilo politico.