Mosca, maxi blackout: chiuso l'aeroporto In 100mila senza luce

La neve e il ghiaccio paralizzano le centrali elettriche moscovite. Chiuso lo scalo di Domodedovo: circa 16mila passeggeri bloccati all'interno. A Mosca impossibile circolare per il ghiaccio. Le autorità: "Non uscite di casa"

Mosca - L'aeroporto internazionale di Mosca è stato chiuso dopo pesanti nevicate che hanno provocato un blackout elettrico nei dintorni della capitale russa. Una portavoce dello scalo, citata dalla Ria Novosti, ha riferito che tutti i voli, in partenza e in arrivo, sono stati cancellati alle 8 locali in seguito al blocco di due centrali elettriche. "Il traffico è sospeso" ha detto la portavoce, Elena Galanova, precisando che non si sa quando riprenderà. Secondo la Itar-Tass, circa 16mila persone sono bloccate nell'aeroporto Domodedovo, il più importante della Russia, dove transitano ogni giorno circa 55mila passeggeri. Nei dintorni della capitale, circa 100mila abitanti sono rimasti senza corrente elettrica. A Mosca, il traffico è reso molto difficile dalla pioggia ghiacciata che ha reso i marciapiedi impraticabili. Le autorità hanno consigliato ai dieci milioni di moscoviti di uscire di casa solo "in caso di estrema urgenza".