Mosca-Milano La signora Putin fa la pr

La signora Putin è arrivata al seguito dei sessanta ragazzini russi di Pinocchio-Orlionok, il progetto di scambio culturale tra Mosca e Milano dedicato a studenti appassionati di musica, canto e danza. E la sua presenza al Castello Sforzesco è la prova vivente di quanto i due Paesi investano in relazioni reciproche. Questa sera a Macherio Veronica Berlusconi ospiterà la moglie del premier russo a cena. Sarà presente il presidente del Consiglio, che per portare i propri omaggi a Liudmila Putin arriverà apposta dalla Sardegna.
La signora dedicherà la domenica alla visita del lago di Como, poi lunedì sarà al Piccolo per l’evento clou del progetto, la rappresentazione dello spettacolo «Lo straordinario viaggio di Pinocchio». Gabriele Albertini fa il padrone di casa. «È un’iniziativa che concorre a disegnare la nostra nuova patria europea che in futuro potrebbe vedere anche la presenza della Russia» spiega il sindaco. «Le radici dell’amicizia tra l’Italia e la Russia sono profonde» commenta Valentino Valentini, capo dell’ufficio del presidente del Consiglio dei ministri e alla guida del comitato organizzativo.
«Impossibile distinguere i ragazzi russi dagli italiani» osserva compiaciuta la signora Putin guardando le frotte di teen agers che affollano il cortile ducale del Castello. Centoventi ragazze e ragazzi tra gli undici e i quindici anni che si sono conosciuti a Mosca il 22 maggio scorso e che chiacchierano e scherzano come amici di vecchissima data.

Annunci

Altri articoli