Mosca si opporrà a silurare Assad Nuove sanzioni Ue

Il ministero degli Esteri russo ha reso noto che il governo di Mosca non appoggia gli appelli dei Paesi occidentali per le dimissioni del presidente siriano Bashar Assad. Assad deve avere il tempo necessario per mantenere le promesse sulle riforme, ha detto un portavoce, sottolineando che il dittatore siriano ha già intrapreso alcuni passi verso il cambiamento, tra cui l'eliminazione dello stato d'emergenza e l'emissione di un decreto che permette le manifestazioni pacifiche.
Arrivano intanto le sanzione europee contro Damasco. I rappresentanti dei Ventisette hanno deciso di preparare un piano su un embargo sulle importazioni di petrolio siriano nei Paesi dell’Unione Europea e di sospendere l’aiuto della banca europea di investimento alla Siria.