Mosca spinge l’Opec del gas

È allo studio dei deputati della Duma (il Parlamento russo) un progetto per la creazione di un primo cartello per il gas metano - al momento limitato alle Repubbliche ex sovietiche - che ruota attorno alla Russia e al suo gigante energetico Gazprom. L’indiscrezione viene da una fonte molto attendibile: il deputato Valeri Iasov. La dipendenza dell’Ue dalla Russia «aumenterà dall’attuale 26% a circa il 33% nel 2010», ha detto il manager della Gazprom, Alexander Medvedev.