La moschea minaccia la nostra civiltà

Da tempo si parla della costruzione di una moschea a Cornigliano e come sempre accade su questi argomenti scottanti il mondo politico locale si divide, in alcuni casi anche all’interno delle stesse forze politiche. A tale riguardo, intendo esprimere la mia più profonda contrarietà all’erezione di una moschea nella nostra città, a Cornigliano come in qualsiasi altro quartiere di Genova, interpretando così le istanze della stragrande maggioranza dei cittadini. Quanto sopra, non solo al fine di salvaguardare e difendere la nostra cultura, le nostre tradizioni e le nostre millenarie radici cattoliche, ma oggi più che mai anche per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico, in quanto spesso proprio dietro alle moschee gravitano pericolosi gruppi terroristici dell’integralismo islamico.
Non posso, poi, fare a meno di sottolineare che oggi la loro forza e fanatica determinazione dipende purtroppo in gran parte dalla nostra debolezza ed inerzia di noi occidentali a difendere proprio quegli stessi valori che sono il fondamento della nostra società. Ricordo, infatti, che i principali oppositori dell’ora di religione, del presepe e dei crocifissi all’interno delle scuole e dei nostri edifici pubblici li abbiamo in casa e sono il più delle volte degli italiani che si identificano nella sinistra nostrana, sempre pronti a parlare, con il solito buonismo ipocrita, di tolleranza e di rispetto delle diverse culture. A proposito, infine, di tolleranza e di rispetto delle altrui culture quando ci sarà consentito di costruire una chiesa cattolica in un paese islamico?
Alternativa sociale
Lista Alessandra Mussolini (Genova)