La moschea si fa. Tra due anni

Il sindaco dice di volere risolvere in fretta la questione dei luoghi di culto Ma la giunta tentenna con la scusa del pgt. Parisi: «Pericoli per la città»

Il sindaco, Beppe Sala, allunga ancora i tempi su un tema non popolarissimo tra i milanesi nell'attuale clima internazionale: «Prima di poter edificare una moschea - ha ammesso ieri - passeranno almeno due anni». L'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran ha ammesso che solo per dotare il Piano di governo del territorio di un documento specifico sulle «attrezzature religiose», come impone la Regione, «arriveremo alla fine del 2017». Fatto il piano, il Comune dovrà lanciare eventualmente i bandi per la concessione di aree pubbliche o autorizzare l'iter su spazi privati. Non se ne parla comunque prima del 2018.