Moss, sexy e dannata sarà l’Afrodite del terzo millennio

L'autore della controversa scultura di una donna disabile incinta che campeggia da mesi a Trafalgar Square a Londra, si appresta a immortalare la top model Kate Moss in una statua di bronzo che la raffigurerà come «l'Afrodite del 21° secolo». Ma Marc Quinn, fedele alla sua fama di artista trasgressivo, non la riprodurrà in una posa da statua greca classica, ma in una posizione yoga, con i piedi dietro alle orecchie. Quinn sta lavorando a ben cinque statue di Kate, che vede come «la bellezza iconica del nostro tempo». La prima statua verrà mostrata a Groningen in Olanda tra due settimane. Le altre faranno parte di una personale dell'artista che andrà negli Usa nel 2007. Moss è stata oggetto di attenzione da parte di artisti britannici per gli ultimi dieci anni: un suo nudo dipinto da Lucian Freud è stato venduto per circa 4 milioni di sterline nel 2004. Nel 2002, molti membri del movimento dei Young British Artist tra cui Tracey Emin e Jake Chapman, fecero lavori ispirati a Moss per una mostra al Barbican. In quella mostra c'era anche Quinn, che fece una statua di ghiaccio della modella.