Le mosse del Pdl

Si riunirà giovedì prossimo la direzione nazionale del Pdl, che non era più stata convocata dopo quella dell’aprile scorso, che sancì la definitiva rottura tra il leader Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, che dalla platea profferì il celebre «che fai, mi cacci?». Stavolta, almeno in teoria, si preannuncia una riunione meno turbolenta, visto che al centro del dibattito ci saranno le riforme dello statuto relative alla nomina dei coordinatori regionali e provinciali.
Queste norme prevedono l’apertura del tesseramento entro il prossimo 28 febbraio, e lo svolgimento dei congressi provinciali e comunali entro il luglio del 2011. Nel frattempo, per preparare al meglio la messa a regime di questa nuova fase, è stato deciso che in tempi brevi (presumibilmente entro l’anno) si svolgeranno le assemblee regionali e provinciali, all’interno delle quali gli eletti sceglieranno i candidati al coordinamento regionale e provinciale che guideranno le sedi locali del partito nel periodo transitorio.