In mostra gli accessori Levi’s creati dai ragazzi del «Poli»

Diciotto studenti del corso in Design della moda hanno inventato per il famoso marchio americano scarpe e borse da abbinare ai jeans

La facoltà di design del Politecnico di Milano lavora per la moda e più precisamente per Levi’s, il noto marchio dei jeans americani. Diciotto ragazzi selezionati nell’ambito del corso di laurea in design della moda e coadiuvati dai professori Susanne Kreuzer e Marco Turinetto, si sono cimentati in un processo di creatività che li ha portati a ideare accessori e calzature insolite ed innovative ma coerenti con l’immagine Levi’s. Gli studenti erano divisi in gruppi di tre e tra un ufficio tecnico e l’ufficio creativo; il primo si occupava della ricerca di materiali, nuovi dettagli e aspetti tecnici, mentre il secondo sulla base degli input ricevuti lasciava libero sfogo alla fantasia e ideava i prototipi di scarpe e cinture.
Un lavoro sinergico che, oltre ai 18 ragazzi direttamente impegnati nel progetto, ha coinvolto tutti gli studenti della Facoltà che hanno partecipato a focus group e a ricerche qualitative e quantitative sull’immagine di Levi’s e su come vorrebbero i loro accessori del futuro. Un progetto così speciale non poteva che avere come trampolino di lancio un’iniziativa particolare. I prototipi dei ragazzi del Politecnico sono in mostra al Temporary store di corso Garibaldi 59.
In pratica, Levi’s Accessori inverte i processi creativi ed invece di studiare il proprio target di riferimento, chiede allo stesso di studiare Levi’s e creare calzature ed accessori in linea con l’immagine del famoso brand americano. Ancora una volta Levi’s si pone come marchio che non segue le tendenze ma le crea, pioniere del casual look e punto di partenza per i trend setter di tutto il mondo.