Una mostra per la Casa della scherma

Organizzata dall’Archivio di Stato l’esposizione dei disegni originali dell’architetto Luigi Walter Moretti

La Casa delle armi o Casa della scherma di Luigi Moretti, progettata nel 1934 e ultimata nel 1936, nell’ambito delle realizzazioni per il Foro Italico, è uno dei capolavori assoluti tra le opere di Moretti e, più in generale, nel panorama dell’architettura italiana di quel periodo. Come è noto, l’edificio è stato sottratto da molti anni alla sua vocazione culturale e sportiva, ma soprattutto alla conoscenza dei cittadini italiani e stranieri che finora l’hanno potuto ammirare solo in fotografia. L'Archivio Centrale dello Stato, che conserva l’archivio di Luigi Moretti, ha pensato quindi di organizzare una mostra dedicata proprio alla Casa delle armi utilizzando i disegni originali del grande architetto.
L’esposizione e il catalogo sono stati curati da Massimo Domenicucci, Flavia Lorello, Cristina Mosillo, Franco Papale. La mostra «Luigi Moretti: la Casa delle armi, le sue opere e il suo archivio» verrà inaugurata oggi pomeriggio alle 17 con un convegno. Aprirà i lavori Antonio Martusciello, viceministro per i Beni e le Attività Culturali. Dopo un saluto del sovrintendente dell’Archivio centrale dello Stato, Aldo G. Ricci, interverranno: Salvatore Italia, capo Dipartimento per i beni Archivistici e Librari; Maurizio Fallace, direttore generale per gli Archivi; Francesco Figura, rettore dello IUSM. Nell’occasione verrà presentato il volume di Carlo Severati «Il progetto di Luigi Walter Moretti e le cronache della Palazzina della Scherma al Foro Italico nei fondi dell'Archivio centrale dello Stato». Discuteranno dell’opera Lucio Causa, Paolo Marconi, Giorgio Muratore. La mostra e il volume sulla Casa delle armi costituiscono le prime iniziative che prendono le mosse dall’utilizzazione dell’archivio di Luigi Moretti. Altre ne seguiranno, nella prospettiva del centenario della sua nascita, nel 2007.

Annunci

Altri articoli