In mostra le opere di Dadamaino sperimentatrice del Dopoguerra

Attraverso una ventina di opere, di medio e grande formato, la galleria Dep Art di via Giuriati 9 (apertura martedì - sabato dalle ore 15 alle 19, mattina e festivi su appuntamento, 02.36535620) rende omaggio alla figura e all’opera di Eduarda Emilia Maino (Milano, 1930-2004), in arte Dadamaino, eclettica protagonista del dopoguerra, vicina, già a partire dalla fine degli anni Cinquanta, al gruppo degli spazialisti italiani e alle gravide sperimentazioni di coevi movimenti internazionali. L’esposizione, curata da Alberto Zanchetta, mette a fuoco il ciclo del Movimento delle cose, un «macrocosmo» metafisico e rarefatto dove minutissimi tratteggi si aggregano e si disperdono in un andamento fisiologico e fluttuante.