La mostra Quei paesaggi mentali in coppia con Basilico

Allo Studio Guenzani, fino al 31 gennaio, doppia personale di Alberto Garutti e Gabriele Basilico. Disegni realizzati a computer e stampati su carta vinilica, formati soltanto da un'unica lunghissima linea che si intreccia e si insegue e si riavvolge simmetricamente su se stessa, "senza mai rappresentare nulla". In alcuni quadri la linea è lunga 1620 metri, precisamente quanto il ponte sul Bosforo, oppure 1180 metri (la distanza che, a Londra, separa la Tate Modern dalla Bank of England), oppure ancora 1120 metri, il perimetro della Piazza Rossa a Mosca. Anche i fiumi, e a loro modo le coste e i litorali, sono linee frastagliate, enigmatiche e capricciose, che uniscono luoghi persone e sentimenti. Linee presenti nelle foto che Gabriele Basilico ha scattato dalla metà degli anni ’80: la costa della Normandia a Le Treport fino al Tevere. (via Eustachi 10)