Alla mostra Il tango danza con Fontana

Il tango è la danza dell’amore per eccellenza. Per questo, il 14 febbraio, nel giorno di San Valentino la mostra «Lucio Fontana luce e colore» - che verrà prorogata fino a lunedì 13 aprile - ospiterà una giornata all'insegna del tango, dal titolo «Pasiones y signo», organizzata dalla Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, DanzaGenova e Genova Tango Festival.
La scelta del tango per la retrospettiva su Lucio Fontana non è certamente casuale. Nato a Rosario in Argentina, lo spirito di quella nazione segnò profondamente e ispirò le sue opere. «I tagli di Lucio Fontana - ha scritto il critico Philippe Daverio - vengono da lontano, dal suo paese d'origine. Dove la lama si intreccia imprevedibilmente alla musica, all'arte, alla letteratura, alla vita».
Ispirandosi proprio ai lavori di Lucio Fontana, i ballerini argentini Erica Boaglio e Adrian Aragon, già interpreti del celebrato spettacolo di tango «Pasiones», danzeranno sabato, a partire dalle ore 21, nella Sala del Maggior Consiglio al Ducale. La serata proseguirà poi fino alle 3 con la «Noche de Milonga» aperta a tutti i genovesi. Il tango a Palazzo Ducale avrà un prologo alle 18 quando nella Sala del Minor Consiglio, si terrà la conferenza «Parlar di Tango e altre Storie» alla quale parteciperà - tra gli altri - la giornalista e attrice Siusy Blady.
La giornata si inserisce all'interno di DanzaGenova, il progetto del Comune di Genova e della Fondazione per la Cultura per la valorizzazione della danza coordinato da Stefania Bertini, e prosegue il percorso di «Danza nei Musei», iniziato con successo con la danza orientale.