Mostra a Zurigo: tutte le Alpi in 300 immagini

Barbara Silbe

Dalla Francia alla Slovenia, attraverso culture e panorami tanto diversi, si snoda la catena delle Alpi. Questa ampia regione geografica, un tempo inaccessibile e oggi divenuta territorio di colonizzazione fin troppo antropizzato, ha sempre ispirato l’immaginario di esploratori, sportivi, artisti e semplici viaggiatori. Al fascino stupefacente di questo mondo, alle sue dimensioni mitiche e spirituali, alle conquiste dell’uomo e alle sue tradizioni antiche, la Kunsthaus di Zurigo dedica un’ampia rassegna dal titolo «In der Alpen/Nelle Alpi», aperta al pubblico fino al 2 gennaio 2007. Sono esposti circa trecento pezzi, per abbracciare un lasso di tempo che va dall’Ottocento al contemporaneo: dagli ex voto a rari modelli cartografici utilizzati nelle ascensioni, dalle prime fotografie turistiche ai poster pubblicitari di inizio Novecento, dai film più celebri alle opere di artigianato agli atlanti e fino a una corposa collezione di dipinti di grandi maestri. Moltissimi gli artisti coinvolti dai curatori della mostra. Gustave Doré, Max Klinger, i fotografi Nicolas Faure, Jacques Henri Lartigue o Martin Parr, il pittore simbolista Giovanni Segantini o i romantici William Turner e Ferdinand Hodler, il regista Jean-Luc Godard, e molti altri. Si tratta di autori appartenenti a diverse epoche e tutti con una personalissima visione delle «nostre» montagne, trasformate in poco più di due secoli da semplice e fragile ambito della natura a fenomeno culturale di massa. Orari di visita: dalle 10 alle 21; da venerdì a domenica 10-17; chiuso lunedì. Ulteriori informazioni al numero 0041.44.2538484; sito internet anche in inglese www.kunsthaus.ch