Il mostro del Circeo colpisce due volte

Angelo Izzo, il massacratore del Circeo a fine aprile dello scorso anno torna a uccidere. L’uomo che con altri due complici, a Roma, trentanni prima aveva violentato due ragazze, ammazzandone una e lasciando l’altra in fin di vita (che si salvò facendosi credere morta) tornato semilibero a Campobasso, ammazza Maria Carmela Limucciano, 48 anni, e la figlia Valentina Maiorano, quattordici anni appena. Le vittime erano la moglie e la figlia di un pentito della Sacra Corona Unita che Izzo aveva conosciuto, facendoci amicizia, in carcere. Dopo averle uccise le aveva seppelite in un campo.