Il mostro del Circeo vuole il manicomio per evitare il carcere

Lo spettro del manicomio criminale per Angelo Izzo. Secondo gli avvocati di parte civile se il mostro del Circeo dalla perizia psichiatrica avviata ieri risulterà incapace di intendere e di volere potrebbe finire in ospedale.
«Il giudice - ha spiegato il legale di parte civile Francesca Conte - nell'avviare la perizia ha chiesto di valutare anche la pericolosità del soggetto e in questi casi il Codice dice che se non si risponde penalmente si risponde sotto un profilo di misura di sicurezza, insomma si finisce negli Opg, a Barcellona o ad Aversa». «Al posto di Izzo - ha aggiunto l'avvocato - mi augurerei di risultare capace di intendere e di volere. Se questo dovesse risultare però sarebbe curioso vedere sulla base di cosa gli psicologi hanno fatto le precedenti perizie quando gli davano i permessi in maniera così magnanima. Alla fine qualcuno dovrà pagare». Parlando a nome dei famigliari delle vittime, l'avvocato Conte ha detto: «Finchè non vedremo Izzo seppellito in una condanna all'ergastolo non saremo soddisfatti, questo non per vendetta ma per giustizia».