MotechEco, il salone della mobilità sostenibile, accende i motori

La V edizione partirà domani e Roma e vedrà il confronto tra gli amministratori e i principali esperti del settore.

La V edizione di MotechEco, il salone della mobilità sostenibile è sul nastro di partenza. Aprirà i battenti domani a Roma e fino al 10 maggio verrà ospitato dall'Assessorato all'Ambiente di Roma Capitale. L'Aranciera del Semenzaio di San Sisto è pronta ad accogliere l'evento che è divenuto ormai un appuntamento immancabile per l'ecomobilità.
Forte delle 50.000 presenze registrate la passata edizione, con più di 100 giornalisti accreditati, la tre giorni proporrà il binomio motori-ambiente offrendo nuove chiavi di lettura e spunti di riflessione, con convegni e tavole rotonde organizzate per discutere e approfondire le diverse tematiche sulla mobilità a basso impatto ambientale. All'appuntamento parteciperanno esponenti nazionali e internazionali delle istituzioni, del mondo della ricerca e degli enti del settore. Si tratta di un importante momento di confronto, che metterà attorno allo stesso tavolo amministratori, imprese e consumatori uniti nel comune interesse della salvaguardia dell'ambiente nella «mobilità». Ma sarà anche l'occasione per molte aziende per presentare idee, progetti e nuove tecnologie per ridurre consumi e inquinamento.
Nel corso dell'inaugurazione saranno presenti il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Corrado Clini e l'assessore all'Ambiente di Roma Marco Visconti. La città si riconferma, grazie a questo evento, una prestigiosa vetrina europea dell'auto ecologica oltre a sottolineare il suo ruolo di 'capitale' della mobilità sostenibile, del rispetto dell'ambiente e dell'innovazione tecnologica.
Anche quest'anno, Acea, main sponsor dell'evento, parteciperà all'iniziativa con un proprio spazio espositivo di 16 mq posizionato nei giardini dell'Aranciera. L'ingresso è gratuito e i cittadini potranno visitare i numerosi stand che esporranno anteprime mondiali nel campo delle tecnologie a basso impatto ambientale, e potranno partecipare a workshop e test drive e seguire dibattiti in cui si discuterà di mobilità sicura, con esperti in materia. Inoltre dopo un anno si conclude il progetto Edumobile, che coinvolge quattro atenei italiani proprio sul tema della mobilità sostenibile. Così BMW Group Italia premierà i talenti universitari. I nomi degli studenti vincitori, provenienti da Milano (Università Commerciale Luigi Bocconi), Firenze (Università degli Studi di Firenze), Roma (Università LUISS Guido Carli) e Cosenza (Università degli Studi della Calabria), saranno resi noti mercoledì e riceveranno stage e borse di studio.