Moto da collezione per «sognare» e aiutare chi soffre

«Duri ma buoni» perchè dietro a una rassegna di moto «cattive» c'è una raccolta di fondi per aiutare i terremotati dell'Emila e una bimba che non può muoversi per una malattia genetica. «Duri ma buoni» come le loro moto, rigorosamente Kustom e rigorosamente personalizzate con stemmi e disegni d'ispirazione yankee. Ognuno con la sua storia e con il suo stile che riporta ai grandi miti on the road dell'epopea americana. Sì perchè i motociclisti sono un popolo che ha i suoi riti e la sue «etnie»: quelli che vanno veloci, quelli che viaggiano, quelli che fanno le vasche in città e quelli che invece la moto è solo kustom. E non esiste altro, perchè guidare quei chopper con i manubri altissimi e le pedane laggiù in fondo che per frenare bisogna quasi sdraiarsi poi diventa un vero e proprio stile di vita. Apre oggi fino a domenica «Busto Arsizio SS33 Kustom Road», un'esposizione di moto bicilindriche e automobili americane d'epoca che è anche una grande occasione di festa per gli appassionati di questo genere. E sono tanti. Tre i padiglioni di Malpensa Fiere a Busto Arsizio che ospiteranno la rassegna. Dalle opere «artigiane» dei Kustomizer Italiani di moto americane alle automobili americane d'epoca, al merchandising, ci sarà da lustrarsi gli occhi. Ma l'idea è quella di un vero e proprio happening con eventi, serate «country», acrobazie degli stuntman e una Rock Party «by Shed Club» con la musica live dei Folk Stone. «Non si tratta solo della classica fiera sulle moto Kustom - sottolinea Ettore Guarneri, vicepresidente del Motoclub "SS33 SEMPIONE"- ma piuttosto di una festa dove chiunque partecipi, prima ancora che dalla passione per le moto, è animato dalla voglia di aiutare altre persone in difficoltà. Lo staff degli organizzatori è interamente composto da volontari che, in qualche caso, prenderanno una settimana di ferie per aiutarci. Gli sponsor servono praticamente quasi a coprire le spese organizzative. Lo scopo dell'esposizione infatti è sempre stato benefico. Di anno in anno individuiamo un obiettivo, un'emergenza verso cui convogliare i fondi. Quest'anno abbiamo deciso di concentrarci sulla piccola Bea che una malattia genetica ha reso immobile e su Cavezzo un paesino di 7mila anime distrutto dal sisma nel maggio dell'anno scorso». A queste due cause verrà devoluto l'incasso della manifestazione e per raccogliere fondi è stata organizzata anche una lotteria che metterà in palio una Harley Davidson 883, acquistata dal Motoclub SS33 Sempione e customizzata da 0331 garage.