In moto dalla Germania verso il sole della Liguria

Daniel Lengewanus ha gli occhi azzurri, i capelli che una volta erano biondi, è ben messo e indossa una giacca da motociclista. Da qualche anno scrive su Motorrad action team, la rivista tedesca, con sede a Stoccarda, che è letta da 800mila appassionati delle due ruote. Ieri mattina in piazza De Ferrari, insieme all'assessore regionale al turismo Margherita Bozzano, ha presentato la nuova iniziativa intitolata Liguria in moto.
Si tratta di una serie di itinerari, una quindicina, che partono dal Golfo dei Poeti e si snodano attraverso le antiche strade della riviera e dell'entroterra ligure fino a Ventimiglia passando anche per il Basso Piemonte.
Un progetto che, se avrà successo, porterà nella nostra regione migliaia di bikers di lingua tedesca. Mica ragazzini. Tutta gente dai 30 ai 70 anni, con il più anziano, iscritto recentemente a un tour dalle nostre parti, che all'anagrafe segna 72 primavere.
«Sono turisti - spiega Bozzano - che prediligono alberghi a tre o quattro stelle. Viaggiano in Italia per trovare il sole e la buona cucina. Senza dimenticare, al posto della birra, il buon vino ligure e piemontese. Insomma, non si tratta di rumorosi bikers, ma di adulti che fanno gran turismo sulle due ruote. Viaggiano non velocemente, si fermano nei punti panoramici migliori, visitano chiese e musei, si fanno ospitare in agriturismo e prediligono, al posto dei wurstel o degli hamburger, i piccoli ristoranti e le trattorie caserecce. Il nostro obiettivo è di arrivare nel 2010 alla Bit con il progetto e i pacchetti di Liguria in moto già pronti da mettere sulla mostra mercato del turismo. E successivamente di presentare l'iniziativa pure alla brosa del turismo di Berlino».
Insomma, un ottimo target per il turismo ligure che vede, ogni anno, arrivare sulle nostre coste e nell'entroterra il 40 per cento di turisti che sono di lingua tedesca.
«A tedeschi e austriaci l'Italia piace - spiega il giornalista biker Lengewanus - con il treno per auto e moto che ogni settimana parte da Berlino, Amburgo, Francoforte, Dusseldorf e arriva a Alessandria, diventa davvero comodo scegliere la Liguria e il Basso Piemonte per gite di alcuni giorni fra sole, buona cucina e buon vino. E gli scenari che si incontrano stando in sella a una moto nelle vostre stradine sono meravigliosi. Ogni itinerario giornaliero sarà lungo fra i 250 e i 300 chilometri».