Moto Gp, Vale in testa nelle libere

Il campione di Tavullia sembra ssere di nuovo in forma dopo gli alti e bassi degli ultimi gran premi. Adesso l'obiettivo torna ad essere la vittoria

Sepang - Il primo turno di prove libere del Gp della Malesia ha visto dominare un Valentino Rossi carico e motivato. Le cause di questo stato d’animo derivano, di sicuro, dalle polemiche scaturite dopo il Gp del Giappone, quando Lorenzo lamentandosi con la Yamaha del comportamento aggressivo in gara di Vale, gli aveva fatto arrivare un rimprovero. L’altra questione è puramente di sentimento. Lo scorso anno, in questi giorni, Rossi sulla pista malese dove si corre anche la Formula 1, conquistava il suo nono alloro, in un momento in cui in molti lo davano per finito. Valentino ironizzò salendo sul podio con una maglietta con scritto "Gallina Vecchia fa buon brodo".

Spalla ok A un anno di distanza Rossi si ritrova, virtualmente, a dover passare il suo titolo (su una delle sue piste preferite) proprio al rivale numero 1, quel Jorge Lorenzo che ha fatto di tutto per detronizzare il pesarese dal mondiale e dalla Yamaha. "Sarebbe meglio che oggi fosse domenica - ha detto Vale dopo il turno di libere - così sarebbe un bel Rossi time. A parte gli scherzi, iniziare bene è sempre positivo". La bella prestazione di Rossi arriva, poi, in una giornata dove il caldo ha reso le cose non certo facili. "Oggi è stato molto difficile - conferma il pilota italiano della Yamaha - perchè per il caldo la pista non riusciva a pulirsi e per questo in accelerazione era difficile guidare la moto, infatti quando facevo molti giri di fila era veramente impegnativo. Sono davanti e quindi questa è la cosa più importante". Dopo la bella prestazione del Giappone ci si potrebbe aspettare qualcosa di buono anche in Malesia, con la spalla che non sta attanagliando la guida di Rossi. "Sono contento - afferma il Dottore - perché la spalla non mi da troppo fastidio. Ci sono due o tre punti a destra dove il dolore si fa un pochino sentire però riesco a guidare piuttosto bene. Sono un pochino preoccupato per i 20 giri di domenica perchè dopo qualche giro di fila il dolore sale e dovrò stringere i denti. Comunque l’importante è mettere a posto la moto. Sarà difficilissimo con il caldo, ma spero di trovare solo quello e non la pioggia. I posti peggiori per me sono la curva 1 e la curva 4, è qui che la spalla mi fa più male, ma oggi è stato un buon test".

Dovizioso Non solo Rossi, ma nella Motogp, si conferma anche Andrea Dovizioso che è riuscito a portare l’unica Honda ufficiale presente in Malesia - Pedrosa, operato in Spagna per la frattura della clavicola in Giappone, ritornerà solo per il Gp d’Australia - al secondo posto. Dovizioso sta crescendo molto in questa ultima parte del campionato e chissà che non siano lui, insieme a Valentino e all’australiano Stoner con la Ducati, i piloti che toglieranno a Lorenzo il gusto di finire la gara che lo potrebbe vedere campione del mondo fuori dal podio.

Altre categorie In Moto2 il migliore è stato il pilota di San Marino Alex De Angelis, che ha interrotto lo strapotere spagnolo che durava ormai da molte gare. In 125 si parla invece solo castigliano, con 4 piloti iberici davanti a tutti. Il più bravo è stato Marc Marquez (Derbi) che se non fosse stato per qualche caduta di troppo avrebbe potuto festeggiare con i connazionali Lorenzo ed Elias il titolo in Malesia, ora invece deve attaccare Terol fino all’ultimo GP se non vuole perdere l’opportunità di laurearsi campione.