In moto da Milano a Taranto come i centauri degli anni '30

Moto da sogno e tanti chilometri, ritorna la maratona motociclistica Milano-Taranto. La gran-fondo, dedicata alle 2 ruote storiche, si svolgerà da domani, domenica 7 luglio, a sabato 13. Oltre 1900 chilometri suddivisi in sei tappe tra il capoluogo lombardo e il mare della Puglia, passando per Imola, Assisi, Isernia e Potenza, attraverso centri d'arte unici e paesaggi mozzafiato. La Milano-Taranto, gara di velocità dal 1937 al 1940 e dal 1950 al 1956, è stata rievocata nel 1987 da Franco Sabatini, presidente del «Moto Club Veteran di San Martino in Colle», che l'ha trasformata in una gara di regolarità per appassionati e vecchie glorie del motociclismo. La corsa, arrivata alla sua ventisettesima edizione, può essere paragonata per importanza al leggendario Tourist Trophy dell'Isola di Man, una centenaria competizione per due ruote nel mare d'Irlanda. Quest anno si contano ben 212 iscritti da tutto il mondo: concorrenti dalla Germania, che con 45 motociclette è la nazione più rappresentata dopo quella italiana, ma anche dalla Cina, dai Paesi Bassi, dalla Svezia, da Monte Carlo e dall'Austria, a dimostrazione dell'internazionalità e del fascino di questo evento, con numeri di partecipazione che crescono di anno in anno. In sella a quest'edizione anche Vito Ciracì, Cosimo Vaccarelli e Nino Castellani che già gareggiarono nel 1951 e nel 1952, quando la corsa si disputava si di un tracciato da 1400 chilometri, 20 ore attaccati al manubrio senza sosta; ovviamente oggi la manifestazione è cambiata, i motocicisti percorrono circa 300 chilometri al giorno con punti di ristoro sparsi sul tragitto, ad una velocità media di 40km/h. Il ritrovo preliminare si terrà domani alle 15 all'Idroscalo Punta dell'Est per i controlli di rito; partenza della prima tappa a mezzanotte come da tradizione, dando la precedenza alle cilindrate più piccole, arrivo previsto alle 10 e 30 di lunedì mattina a Imola, sede di uno dei Gran Premi d'Italia della stagione di Moto Superbike. Con la seconda manche di martedì 9luglio si attraverserà l'Emilia Romagna e la Toscana per raggiungere Santa Maria degli Angeli in Umbria. I centauri si trasferiranno il giorno seguente da Assisi a Colli del Tronto, nelle Marche, per poi giungere giovedì 11 a Isernia. Venerdì quinta tappa con traguardo a Potenza, in Basilicata; infine la manifestazione si concluderà sabato sera a Taranto, davanti al Palazzo del Governo sul lungo mare pugliese. Nove diverse classi di motori: 75cc, 100cc, sidecar, scooter, 125cc, 175cc, 250cc, 350cc, 500cc e oltre. Il gruppo più nutrito è quello che prenderà parte alla gara con moto di grossa cilindrata, sono solo in 4, invece, i coraggiosi che viaggeranno su due ruote da meno di 75 centimetri cubici. La locandina di questa ventisettesima edizione è stata confezionata dal vignettista Giorgio Serra, in arte «Matitaccia», mitico caricaturista dei personaggi più importanti del mondo dei motori dal 1977 a oggi.