La moto preferisce il ponente ligure

Nella Liguria di Ponente è la moto il mezzo ideale per godersi il panorama, muoversi negli stretti vicoli dei paesi e divertirsi lungo le belle strade del mare. Un itinerario di 60 chilometri parte da Vado e percorre la Riviera delle Palme fino a Cervo, inerpicandosi su strade che decollano verso il cielo, in direzione di Noli, tagliate a volte su scogliere a picco, raggiungendo Varigotti, e passando per Laigueglia. Non solo panorama, naturalmente, ma anche, tra una tratta e l’altra, una imperdibile occasione per gustare la cucina tradizionale, fatta di squisite paste al pesto o al sugo, di cima o di buridda di stoccafisso.
A presentare in questo termini il Ponente su due ruote, è la raccolta «L’Italia su Dueruote», appunto, una delle più complete guide per il turismo in moto dedicata all’Italia, acquistabile a richiesta con il numero di maggio di Dueruote in edicola in questi giorni.
La prima edizione raccolgie trenta schede complete di roadbook, cartina, informazioni utili su dove mangiare, dove dormire e le tappe da non perdere dislocate in prossimità del percorso.
Per chi non si accontenta, «L’Italia su Dueruote» riporta altre trenta itinerari, ognuno pubblicato su schede plastificate impermeabili perché non debbano temere nulla, neanche un acquazzone di primavera.