Un motocarro «snob» a Portofino

Aria vagamente retrò, finiture supermoderne. Un po’ più di una banale «Ape», molto più che un motocarro, il «Calessino» punta a fare il Vip delle treruote. E non a caso per il debutto sceglie piazze e piazzette da snob, e si «offre» a prezzi poco popolari, forse più da amatori, visto che si parte dagli 8.590 euro e ha una tiratura limitata da 999 esemplari. Inizia oggi da Portofino, per poi sbarcare a Forte dei Marmi, Capri, Taormina e Porto Rotondo. «Calessino» è il nuovo modello di «Ape» riproposto dalla Piaggio, che intende rilanciare un prodotto proprio tornando indietro negli anni. Anzi, fino a metà del secolo scorso, quando l’Ape costruì il suo fascino legando la sua immagine ai fotogrammi della Dolce Vita, ai divi di Hollywood in villeggiatura nelle località del Mediterraneo, dove, raggiunti dai paparazzi, venivano spesso fotografati sull'Ape usato per muoversi in vacanza. Ape riscosse un enorme successo, entrando da protagonista nella vita mondana di località mito come Forte dei Marmi, Capri, Ischia, Portofino. E proprio oggi in Piazzetta, dalle 17.30 alle 21.30, davanti al Bar Mariuccia, ci sarà l’anteprima nazionale.
Il nuovo modello tiene come punti fermi la robustezza, il ridotto raggio di sterzata, il cambio manuale e il motore diesel, praticamente infaticabile. Ma per l’occasione Ape Calessino si «veste» con finiture «yachting style», pneumatici rifiniti con fascia bianca e montati su cerchi cromati, carrozzeria e interni con particolari in okumé, il legno tropicale di qualità pregiata.
Ape Calessino, quattro porte in tela impermeabile, è omologato per ospitare quattro persone: tre passeggeri e il guidatore, che può anche avere solo sedici anni se in possesso di patente A, mentre per il trasporto di passeggeri sono necessarie la maggiore età e la patente B.