Motociclista si schianta e muore in corso Italia

Ennesimo incidente mortale nelle strade di Genova. Questa volta la disgrazia è avvenuta nelle prime ore del mattino di ieri e ha visto come protagonista e vittima un giovane di 32 anni, D.L., che si è schiantato con la sua moto in corso Italia, all’angolo con via Cavallotti.
Erano circa le 4 quando il motociclista è giunto dal lungomare, nel punto in cui la strada prosegue verso Sturla con una curva a gomito. Non c’era nessuno in giro ed era ancora molto buio. È probabile che l’assenza di traffico abbia spinto D.L. a dare un po’ più gas del normale, oppure che non abbia calcolato bene l’angolo che doveva affrontare. Fatto sta che, secondo i rilievi compiuti alcune ore dopo dalla sezione infortunistica della polizia municipale, la moto non ha seguito il percorso della strada ed è andata a schiantarsi contro l’aiuola spartitraffico.
L’urto è stato violentissimo. Mentre la moto si impennava continuando la sua folle corsa in una lunga strisciata sull’asfalto, l’uomo è stato sbalzato dal sellino compiendo un volo di alcuni metri e cadendo malamente sulla strada. A nulla gli è valso il casco che gli ha riparato la testa. Infatti nell’impatto col terreno D.L. si è procurato diversi traumi e, presumibilmente, anche una forte emorraggia interna.
Il rumore provocato dall’incidente ha comunque richiamato l’attenzione dei residenti e qualcuno si è premurato di chiamare immediatamente un’ambulanza e dare l’allarme ai vigili urbani. Tuttavia, quando alcuni minuti dopo i militi del 118 sono giunti sul posto, si sono accorti che il ferito era in condizioni molto più gravi di quanto non sembrasse. Per cui lo hanno caricato con cura su una barella e lo hanno trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Martino dove, però, il giovane non è giunto vivo. Il suo cuore ha infatti smesso di battere poco prima che l’ambulanza giungesse a destinazione.