MotoGp, delusione per Rossi: 11° tempo in prova ad Assen

Prove bagnate, prove sfortunate per il campione di Tavullia, che gira lontanissimo dalla pole-position. Domani la gara: primo Vermeulen davanti a Stoner e De Puniet

Assen - Soltanto undicesimo tempo per Valentino Rossi nelle qualifiche, condizionate dalla pioggia, del Gp d’Olanda classe MotoGp. L’italiano della Yamaha ha girato 1'50''392 arrivando lontanissimo dai primi. In pole partirà Chris Vermeulen, l’australiano della Suzuki che ha girato in 1'48''555 precedendo il connazionale della Ducati, e leader del Mondiale piloti, Casey Stoner che ha fermato il cronometro sull’1'48''572. Terzo tempo per il francese Randy De Puniet (Kawasaki) che in 1'49''579 ha preceduto l’italiano della Honda, Marco Melandri (1'49''679). Decimo Loris Capirossi che con la sua Ducati ha girato in 1'50''169 mettendosi alle spalle Valentino Rossi.

"Come a Donington una settimana fa" "Siamo nella condizione peggiore che si possa immaginare", commenta Valentino Rossi subito dopo qualifiche. La pista bagnata ha complicato i piani del pesarese, che dopo aver fatto segnare il miglior tempo nell’ultima sessione di libere ha dovuto fare i conti con il maltempo durante le qualifiche, chiuse in undicesima posizione. "Abbiamo fatto tre turni su asciutto e solo le qualifiche sul bagnato, siamo stati un po' sfortunati - afferma Rossi ai microfoni di Italia1 -. Abbiamo perso troppo tempo per sistemare la moto, che alla fine non era male. Ma la Bridgestone in queste condizioni fa un altro mestiere...". Il campione di Tavullia spera in condizioni meteo migliori per la gara di domani: "Speriamo che sia asciutto, sull’acqua facciamo troppa fatica e non solo contro Stoner ma contro tutti i team Bridgestone". Il tracciato olandese non si presta a grandi rimonte: "Secondo me potevo lottare per vincere partendo più avanti di così. Sarà molto difficile, facciamo tutto al massimo e vediamo cosa riusciamo a fare. Partendo undicesimi bisogna fare tutto in modo perfetto dalla partenza alla fine. Queste - prosegue - non sono gare come quelle di qualche anno fa, vanno tutti forti dall’inizio alla fine, su questa pista è molto difficile superare e la rimonta sarà difficile".