Motogp, Lorenzo vince l'ultima gara Valentino terzo "saluta" la sua M1

Il campione del mondo spagnolo chiude il bellezza davanti al ducatista Stoner. Rossi indossa una maglietta con scritto "Bye bye baby" in onore della sua Yamaha

Valencia - Lo spagnolo Jorge Lorenzo (Yamaha) ha vinto il Gran Premio della Comunità Valenciana classe MotoGp, diciottesima e ultima prova del Motomondiale. Il campione del mondo, scattato dalla seconda posizione della griglia di partenza ha chiuso così da dominatore la stagione ed ha preceduto l’australiano Casey Stoner (Ducati), autore ieri della pole position. Terzo posto e podio poi per Valentino Rossi, alla sua ultima gara con la Yamaha, prima del passaggio alla Ducati (Stoner andrà alla Honda). Al quarto posto ha chiuso lo statunitense Ben Spies (Yamaha Tech3), quinto Andrea Dovizioso (Hodna), sesto Marco Simoncelli (Honda Gresini), settimo lo spagnolo Daniel Pedrosa (Honda Repsol).

Lorenzo (che in stagione ha vinto 8 gare, ma che oggi ha interrotto un digiuno durato 6 Gp), come detto, era già campione del mondo ed ha chiuso con 383 punti in classifica generale. Pedrosa (245) è riuscito a difendere il secondo posto dall’assalto di Rossi (233), poi terzo posto per Stoner (225) e quarto per Dovizioso (206).

Rossi "parla" con la M1: bye bye baby Una lunga chiacchierata per dire addio alla "sua" Yamaha. Dopo 7 anni e 4 titoli mondiali, Valentino Rossi si è congedato dalla sua M1. Il pesarese ha chiuso l’avventura con la casa del diapason. Alla fine della gara, Rossi si è inginocchiato davanti alla moto e si è rialzato dopo l’ultimo saluto durato decine di secondi. Vale, che nella prossima stagione guiderà la Ducati, dopo il Gp ha indossato una maglietta con la scritta "Bye Bye Baby" per congedarsi dalla moto con cui ha arricchito la sua bacheca dal 2004 a oggi. "Sono molto contento è stata una bella gara. In prova non ho mai fatto questi giri, con questo ritmo. Peccato per la partenza ma poi sono andato bene. Poi è arrivato Lorenzo che ha guidato meglio di tutti. Ma alla fine mi è finita la forza, soprattutto alle braccia e poi alle gambe e sono anche andato lungo. È stata una bella esperienza con la Yamaha ci siamo divertiti tanto e abbiamo vinto tante gare, manterrò dei bei ricordi". E' il commento del Dottore, ai microfoni di Italia Uno.