La MotoGp riparte dal Qatar Rossi è già davanti a tutti

Sabato parte la stagione del motomondiale dal deserto arabo. Nella prima giornata di prove libere delle nuove moto da 800 cc il pesarese su Yahama mette già in fila la concorrenza: <a href="/media.pic1?ID=93" target="_blank"><font color="#ff6600"><strong>guarda le immagini</strong></font></a>

Losail - L'aveva lasciato intuire nemmeno troppo velatamente. Nei test di avvicinamento alla stagione. Nei 40' di prove cronometrate a Jerez de la Frontera. Quest'anno Valentino Rossi parte con una sola ambizione: sbriciolare i rivali della MotoGp. Dopo un'annata di sane distrazioni (Ferrari, Formula 1, Rally) e di pericolose evoluzioni (cadute, carambole, fratture) il Dottore non scherza per niente. E nella prima giornata di prove libere sul circuito di Losail, primo appuntamento del motomondiale, ha già regolato la concorrenza. Che quest'anno ha gli stessi volti della stagione passata. Tutti con un motore da 800 cc sotto il sedere. Ma nei test i tempi sono stati ancora più veloci di quelli realizzati con le vecchie 990. La concorrenza è nutrita. Il fresco campione del mondo Nicky Hayden e Dani Pedrosa su Honda ufficiale. Marco Melandri su Honda clienti. Loris Capirossi, affiancato da Casey Stoner, su Ducati. Il fido scudiero di squadra di Rossi, Colin Edwards, su Yahama. Gli altri partecipano.

I tempi della prima giornata Valentino Rossi ha realizzato il miglior tempo nel secondo turno di prove libere del GP del Qatar classe MotoGP. Il pesarese della Yamaha, con 1'56"464, ha preceduto di 315 millesimi di secondo il compagno di garage, l'americano Colin Edwards. Terzo tempo per l'australiano della Ducati Casey Stoner, in 1'56"839, quarto per lo statunitense della Suzuki John Hopkins, a 508 millesimi da Rossi. Marco Melandri (Honda) s'è piazzato settimo, ottavo Loris Capirossi (Ducati).