Motogp, Stoner vince a Motegi Ma che duello tra Rossi e Lorenzo

Prova di forza dell'australiano della Ducati che trionfa in Giappone. Dovizioso secondo, il "Dottore" terzo: duello emozionante con il compagno di squadra Lorenzo

Motegi (Giappone) - L’australiano Casey Stoner, in sella ad una Ducati, ha vinto la prova della MotoGp del Gp del Giappone, valida per il motomondiale. Al secondo posto Andrea Dovizioso (Honda), terzo Valentino Rossi (Yamaha), dopo uno spettacolare duello con lo spagnolo Jorge Lorenzo (Yamaha), suo compagno di team e piazzatosi quarto. Al quinto posto nella prova della MotoGp del Gp del Giappone si è piazzato Marco Simoncelli (Honda), mentre 11/o ha chiuso Marco Melandri (Honda). Andrea Dovizioso con questo secondo posto bissa il risultato di Silverstone, mentre Valentino Rossi, oggi terzo, non saliva sul podio dal Gp di San Marino a Misano.

Valentino: che battaglia con Lorenzo Non è una vittoria e non vale 25 punti, ma arrivare davanti a Jorge Lorenzo per Valentino Rossi rappresenta una gran bella soddisfazione. "Che grande gara!", ha esclamatonostro campione. Ovviamente avrei preferito lottare per la vittoria", ha detto. "Comunque è davvero una gran bella sensazione, in pista c’è stato spettacolo vero e voglio congratularmi con Jorge perché è stato bravo e non ha mollato". Rossi, salito sul podio al termine di un duello emozionante con il compagno di squadra, ha confessato di avere chiuso la corsa odierna in condizioni non ottimali: "Ero stanco e in più la gomma posteriore scivolava parecchio", ha spiegato in una nota del team Yamaha, "era più morbida del dovuto e sapevo che avrei avuto dei problemi, ma stavolta volevo davvero salire sul podio. Con Jorge abbiamo dato vita ad una grande battaglia, credo che tutti si siano divertiti".  Vale si è divertito, anche perché ha datto una bella lezione di guida allo spagnolo ma...

Lorenzo fuoriso: "Vale ha giocato sporco" Jorge Lorenzo attacca Valentino Rossi, suo compagno di scuderia nel team Yamaha/Fiat, con cui ha dato vita allo spettacolare duello. Secondo quanto riporta l’edizione online del quotidiano sportivo spagnolo As, parlando con la stampa del suo paese Lorenzo ha detto che "Rossi non ho giocato pulito, ed io ho anche un pò temuto per la mia integrità fisica". Secondo Lorenzo, il pluricampione del mondo non avrebbe dovuto contrastarlo in quel modo, perchè "corriamo per la stessa casa, mi sto giocando il titolo e la Yamaha non è interessata solo al fatto che io vinca il Mondiale ma anche alla classifica costruttori. Se uno di noi due fosse caduto, ne avrebbero sicuramente beneficiato Ducati e Honda". Poi lo spagnolo ha descritto il suo duello con Rossi. "Ho tentato di arrivare terzo però sempre in modo pulito, senza fare pazzie o cercare di superarlo con manovre al limite della legalità. Lui ha fatto una buona corsa, girando rapido e frenando forte, però credo che i sorpassi che mi ha fatto non siano stati molto puliti»". "Quando ti appoggi ad un altro pilota e lo spingi via non è illegale perchè non lo hai fatto cadere, però.... - ha detto ancora lo spagnolo in testa al Mondiale della MotoGp -. Mi sono riunito con gente dello staff della Yamaha e anche loro pensano che Valentino non sia stato corretto e mi hanno garantito che gli faranno un richiamo. Ora credo che nei prossimi duelli non solo io ma anche altri saremo più aggressivi nei confronti di Rossi".