MotoGp, la prima va a Stoner Valentino Rossi chiude settimo

L'australiano della Honda conferma il dominio dei test: vittoria in solitaria. Secondo Lorenzo, terzo Pedrosa. Poi Dovizioso e Simoncelli

Losail - Il canguro è già in fuga. L’australiano Casey Stoner, in sella alla Honda Hrc, ha vinto la prima gara del Mondiale 2011, classe MotoGp, sul circuito del Qatar. Valentino Rossi con la Ducati ufficiale è giunto settimo. Sul podio anche gli spagnoli Jorge Lorenzo (Yamaha, campione in carica) e Dani Pedrosa (Honda Hrc). Soddisfazione per gli altri italiani. Andrea Dovizioso, anche lui su Honda ufficiale, ha chiuso quarto, quinto posto per Marco Simoncelli, sulla Honda del team Gresini.

La gara Stoner è riuscito a passare il compagno di squadra, Dani Pedrosa al 13° giro, segnando da quel momento un vero e proprio cambio di passo non alla portata dello spagnolo. Pedrosa comunque è stato bravo, nella partenza, a beffare l’australiano, riuscendo a prendere la testa della corsa, mentre Valentino Rossi che partiva con il nono tempo dalla terza fila, cercava di immettersi nel gruppo dei primi sfruttando il gran motore della sua Ducati, ma finendo largo, rientrava sesto. Le cose non sono certo andate bene per il nove volte campione del mondo nella gara del Qatar. Vale si è ritrovato nelle retrovie a lottare per la sesta posizione con l’americano della Yamaha Ben Spies, che poi è anche il pilota che lo ha sostituito al fianco di Jorge Lorenzo. Il duello tra i due si è risolto con il passaggio di Spies su Rossi, che ha chiuso in settima posizione. Bella la gara del campione del mondo in carica che è rimasto alle spalle di Stoner e Pedrosa, fino a che l’australiano non ha deciso di andare via. A quel punto Pedrosa è finito nella rete tesa da Lorenzo che ha fatto di tutto per rubargli la seconda posizione. In casa Honda da segnalare anche la lotta tutta italiana tra Dovizioso e Simoncelli che non si sono risparmiati per la quarta posizione, andata poi al pilota di Forlì. Non ha finito la gara, invece, Loris Capirossi con la Ducati privata del team Pramac, che si è ritirato al quarto giro.