«Motore a fuoco», paura a Malpensa

Rientra il volo Alitalia per Malaga con a bordo 118 passeggeri

Enrico Lagattolla

Una «falsa partenza» per i passeggeri del volo Alitalia decollato ieri mattina dall’aeroporto di Malpensa e diretto a Malaga, in Spagna. Pochi minuti dopo essersi staccato dal suolo, infatti, il velivolo ha dovuto rientrare nello scalo milanese. Un atterraggio d’emergenza dovuto a una spia, che aveva segnalato un’anomalia tecnica. Più precisamente, «un avviso di fuoco al motore destro».
L'aereo, un Md 80, era decollato pochi minuti dopo le 10, con a bordo 118 persone. Poco dopo essersi staccato dal suolo, però, il comandante del volo Az 088 ha chiesto alla torre di controllo di poter rientrare, a causa di un problema segnalato dalla strumentazione di bordo. Scattata la procedura d’emergenza, l’aereo ha invertito la rotta ed è atterrato senza alcun problema sulla pista dell’hub lombardo, dove sono stati effettuati i primi rilievi sul velivolo. E, secondo quanto reso noto nel pomeriggio dall’Agenzia nazionale per sicurezza del volo (Ansv), «sembra che non vi siano segni evidenti di fuoco o fumo». L’Ansv, inoltre, ha fatto sapere di aver acquisito «tutte le informazioni e gli elementi obiettivi sull’evento occorso».
L’aeroporto è rimasto chiuso dalle 10.39 alle 11.04, mentre il motore dell’Md 80 è stato immediatamente sottoposto dai tecnici alle necessarie verifiche.
Per i 118 passeggeri, invece, si è trattato solo di avere un po’ di pazienza. Superato il comprensibile (anche se breve) spavento, sono stati imbarcati sul volo delle 14.10, direzione Malaga.