Motore rotto per Alonso e frizione ko per Massa

A scriverlo o sentirlo dire non suona mica tanto bene: motore rotto per Alonso al termine della prima sessione di libere ed elettronica traditrice per Massa nel bel mezzo della seconda sessione (un guasto elettrico al comando del folle). Risultato? Auto ko. Dirà: «Sono arrivato lungo in curva e ho preso un duro colpo contro il cordolo. In quel'esatto momento è stato come se avessi aperto la frizione, non entrava più nessuna marcia...». Speriamo che lo zelante ed esagerato giudice tifoso brasilero, quello del «se Felipe fa passare Alonso lo arresto», non se ne abbia a male.
Sciocchezze a parte, ci sono le due monoposto energetiche davanti: Vettel con un decimo sul compagno Webber e oltre tre su Alonso. Poi Hamilton, poi Massa comunque quinto. Questo per dire che nonostante le magagne le Rosse sono lì, su una pista equamente divisa a metà: un po’ Red Bull nel misto, un po’ Rossa nei lunghi rettilinei. E per oggi è attesa pioggia, situazione in cui la Ferrari ultimamente si esalta e in cui la Red Bull ultimamente pasticcia. Si vedrà.
Intanto contano un paio di cose. La prima: Christian Horner, britannico team manager della squadra energetica un giorno dice «che proprio non se ne parla» di attuare una strategia volta a proteggere e spingere Webber meglio piazzato in classifica, e il giorno dopo se ne esce con l’esatto contrario. Ieri ha più o meno detto: «Conterà la matematica, in base ad essa valuteremo che fare durante questi ultimi due Gp». Domanda? Ma non dovrebbe contare già adesso, visto che Alonso ha 231 punti, Webber 220 e Vettel è solo quarto con 206?
Ma tant’è, meglio così, come ha sottolineato Alonso infastidito dai troppi riferimenti astiosi di Horner relativi al Gp di Germania, quello del sorpasso dello spagnolo su Massa e poi punito dalla Fia. «Il signor Horner sa bene che cosa deve fare, la squadra è in ottime mani e mi auguro che continui a gestirla in questo modo». Un approccio alle corse più che volto a non attuare giochi di squadra, improntato a tutelare nel miglior modo possibile la giovane promessa tedesca. Non a caso Webber l’altro giorno è sbottato: «Non riceverò alcun aiuto, ma se va a finire così, francamente potrei anche andarmene a fine stagione». «Non credo l’abbia detto» il commento di Horner.
Nell’attesa, incrociamo le dita sperando che in Red Bull continuino così e che le parole rincuoranti del box Ferrari riguardo il motore di Alonso siano certificate. «Il propulsore rotto? La sua vita è finita due minuti prima rispetto a quanto avevamo previsto...». Ovvero: concluse le libere del mattino l’avremmo comunque sostituito. Come previsto dalla Rossa, lo spagnolo, avendo esaurito gli 8 motori nuovi a disposizione, userà quello vittorioso a Monza.

Tempi libere 1. Vettel (Ger-Red Bull) 1.11.968 ; 2. Webber (Aus-Red Bull) 1.12.072; 3. Alonso (Spa-Ferrari) 1.12.328, 4. Hamilton (Gb-McLaren) 1.12.656; 5. Massa (Bra-Ferrari) 1.12.677.

Classifica 1. Alonso 231; 2. Webber 220; 3. Hamilton 210

Tv Libere alle 14 su Raisport e pole alle 17 (Rai2), Gp domani alle 17 (Rai1)