Alfa Romeo 4C Spider, orgoglio italiano a cielo aperto

Arriverà nel 2015 ma abbiamo già potuto ammirarla a Ginevra. La versione scoperta della raffinata coupé a trazione posteriore del Biscione condivide con questa il motore – 1.742 cc da 240 cv – e il peso piuma, grazie al massiccio utilizzo della fibra di carbonio

Dopo averla ammirata in occasione del Salone di Ginevra, ora non dobbiamo far altro che attendere l’anno prossimo. La bellissima roadster derivante dalla raffinata coupé Alfa Romeo 4C non vedrà infatti la luce prima del 2015 ma qualcosa ve lo possiamo già raccontare.
Il motore innanzi tutto è l’ormai noto 4 cilindri 16V di 1.742 cc a iniezione diretta di benzina sovralimentato mediante turbocompressore, collocato centralmente e forte della fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico. Portato a 240 cv e 35,7 kgm, nonché alleggerito di 22 kg rispetto allo standard, beneficia del cosiddetto effetto scavenging ed è abbinato a una trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti e al selettore Alfa D.N.A. con tre modalità di marcia (Dynamic, Natural, AllWeather e Race).

Rispetto alla coupé non variano lunghezza e interasse. La roadster ha però un elemento in più, che è il roll-bar rivestito in carbonio. Le fibre composite vengono utilizzate anche per la parte superiore del parabrezza e la cella dell’abitacolo e questo materiale contribuisce a mantenere il peso della 4C Spider a livelli record: meno di 1.000 kg, anche se di circa 100 kg superiore alla coupè.
Come quella della 4C, la linea è superaggressiva, grazie anche ai cerchi in lega (18” davanti e 19” dietro) e allo scarico Akrapovic.

Vuoi conoscere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live

Commenti

marco_massucco

Mer, 26/03/2014 - 17:42

Linea fantastica e ottime prestazioni, peccato per gli interni non in linea con un prezzo che mette le 4c in diretta competizione con la Porsche Cayman.