Audi A1 Sportback

Meno di quattro metri bastano per respirare all’interno dell’abitacolo della A1 l’atmosfera elegante delle Audi di categoria superiore: non appena ci si accomoda al posto di guida, ci si dimentica di essere a bordo di una city car

Sportback, come la A3 o la sportivissima RS7, ma la versione 5 porte di cui parliamo qui è la A1, elegante city car marchiata Audi.

Nonostante le dimensioni compatte, Audi A1 non si fa mancare assolutamente nulla, a partire dal volante in pelle con tutti i comandi per navigatore e computer di bordo ma soprattutto un piacere di guida, dal carattere sportivo, supportato da un assetto decisamente valido perché non è né eccessivamente rigido né troppo soffice; inoltre è gommata con pneumatici di dimensioni generose: 200/15. Insomma, c’è tutto quel che serve per divertirsi.

La piccola di famiglia gioca dunque le sue migliori carte facendosi guidare: è pronta, reattiva, ha pochissimo trasferimento di carico e quindi riesce a divertire anche perché il motore, 1200 TFSI turbo da 86 cavalli con start e stop, pur non essendo un mostro di potenza non fa desiderare cilindrate più grosse.
Velocità massima di 180 km/h, da 0/100 in soli 11.9 secondi e un consumo dichiarato di 5.1 litri per 100 km. A dire il vero, nella nostra prova consumi difficilmente siamo riusciti a fare meglio dei 6,9 litri per 100 chilometri e, considerata la cilindrata ridotta, era lecito attendersi qualcosa di più, realizzabile scegliendo la A1 con motorizzazione a gasolio.

La gamma delle motorizzazioni è ampia e comprende Diesel e benzina con potenze che partono dagli 86 cavalli dal 1.2 TFSI della nostra prova fino ai 143 del 2 litri TDI. Peccato che il prezzo non sia propriamente da city car, giustificato solo in parte dalla qualità costruttiva, dalle motorizzazioni e dal brand che porta cucito addosso.

Vuoi conoscere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live