Berlina media? Mercedes C 2014 è quasi un'ammiraglia

Ecco la nuova Mercedes Classe C: cresciuta nelle dimensioni ma dimagrita di un centinaio di kg, ricorda nelle linee morbide Classe S. Le sue peculiarità? Sospensioni regolabili, tecnologia touch e materiali raffinati

Classe C apre un nuovo capitolo nella storia della Casa di Stoccarda: la struttura leggera le ha fatto perdere ben 100 kg, le linee estetiche sono più morbide e debuttano nuove motorizzazioni, tra cui un’ibrida Diesel da 231 cv.

Il passo (2.840 mm) si è allungato di 80 mm rispetto al modello precedente, facendo aumentare di 95 mm la lunghezza della vettura (4.686 mm) e di 40 mm la larghezza (1.810 mm). La maggiore spaziosità va soprattutto a vantaggio dei passeggeri posteriori che ora possono viaggiare più comodi. Inoltre il volume del bagagliaio della nuova Classe C supera, con i suoi 480 litri, il livello del modello precedente.

Esteticamente la nuova Classe C si distacca dalla vecchia, per via delle sue forme ora più morbide e armoniose, che ricordano quelle della Classe S (guarda qui la gallery dell'ammiraglia Mercedes)
Per il frontale sono disponibili due diverse configurazioni: una linea sportiva con Stella centrale oppure – per la sola versione EXCLUSIVE – la classica mascherina delle berline con Stella Mercedes sul cofano motore.

Di serie la nuova Classe C è equipaggiata con fari alogeni con luci diurne LED integrate. Oltre ai fari alogeni (di serie su Executive) sono disponibili anche due varianti a LED a basso consumo: una versione statica (di serie per Sport, EXCLUSIVE e Premium) e una versione dinamica con "Intelligent Light System con tecnica LED.

All’interno, sopra la consolle, oltre ai materiali pregiati, cattura lo sguardo il display centrale sospeso sulla plancia, con una diagonale dello schermo di 17,78 cm (7") oppure, in opzione, di 21,33 cm (8,4").
Un altro scatto evolutivo è segnato dall'innovativo touchpad, sviluppato da Mercedes-Benz e collocato nel poggiamano, simile a uno smartphone.

Tutte le motorizzazioni sono potenti ed efficienti e tutte sono equipaggiate con la funzione ECO start/stop e già conformi alla norma sui gas di scarico Euro 6.
Disponibili al lancio il Diesel C 220 BlueTEC e i due benzina C 180 e C 200. Subito dopo il lancio si aggiungerà un nuovo motore Diesel da 1,6 litri con potenze di 115 o 136 cv; oltre al nuovo diesel di piccola cilindrata arriverà anche il quattro cilindri diesel da 2,2 litri, propulsore ormai collaudato e offerto ora in versione perfezionata in diversi livelli di potenza.
Saranno inoltre disponibili cinque motori a benzina a quattro cilindri di potenza compresa tra 156 e 238 cv. Per i più sportivi, arriverà anche un sei cilindri a benzina da 333 cv.

Inoltre, come già per la Classe S e la Classe E (leggi qui la nostra prova della E Bluetec Hybrid), Mercedes-Benz offrirà un motore Diesel combinato con un modulo ibrido. La C 300 BlueTEC HYBRID con motore Diesel quattro cilindri e motore elettrico compatto, che eroga 204 + 27 cv e facendo registrare un consumo di appena 3,9 l nel ciclo combinato NEDC.

La dotazione di serie prevede molle elicoidali e ammortizzatori telescopici a smorzamento regolabile in base ai programmi Comfort, Direct Control (mix tra sportività e comodità) e Sport; quest’ultimo foriero di un ribassamento dell’assetto di 15 mm. Optional le sospensioni pneumatiche Airmatic, per la prima volta disponibili per Classe C.

Quanto a sicurezza, attinge a piene mani dalla gamma E ed S, potendo adottare il monitoraggio dell’attenzione del conducente, la frenata automatica in prossimità di una collisione imminente, il cruise control adattivo con gestione del volante e funzione “inseguimento” della colonna di veicoli che precedono sino a 60 km/h, l’assistente al mantenimento della corsia, il riconoscimento dei segnali stradali con allerta in caso di direzione di marcia errata e gli abbaglianti adattivi.

Vuoi sapere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live