Ecobonus: ecco le auto che si comprano con gli incentivi

Dalle citycar alle supersportive, ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche

Accordo trovato, durante il vertice di maggioranza sulla manovra, sull'ecotassa che aveva diviso il governo gialloverde. Il bonus malus sarà applicato solo a Suv e auto extra lusso. Sono invece previsti bonus fino a 6.000 euro per le auto elettriche e ibride. In particolare, sono 15 le auto che hanno diritto al contributo governativo, con uno sconto che parte da 1.500. Citycar o supersportive, ce n'è per tutti i gusti.

La più virtuosa (emissioni comprese tra 0 e 20 g/km di CO2) e con un contributo statale di 6.000 euro è la Citroën C-Zero Full Electric Airdream Seduction.

Nella categoria di vetture premiate con un contributo di 6.000 euro rientra anche la sportiva elettrica a trazione integrale Jaguar I-Pace EV 400 Cv Auto AWDS. Il suo prezzo di listino rimane comunque elevato, con una riduzione che va da 79.790 a 73.790 euro.

Premiata anche l'efficienza Diesel. La Punto 1.3 Multijet II, con emissioni contenute il 89 g/km, potrebbe godere di una riduzione di prezzo di 1.500 euro, da 17.740 a 16.240 euro.

C'è anche chi, all'eco-sconto, somma il contributo rottamazione. È il caso della Toyota che fa scendere così la sua Yaris 1.5 Hybrid che dai 19.600 euro di listino a 12.100 euro.

Dalla Renault Zoe alla Mini Countryman Cooper SE, passando per la Volkswagen e-Golf, la Kia Niro, la Nissan Leaf e la Hyundai Kona Ev. E ancora Audi A3 e-tron, BMW 740e, Range Rover Sport PHEV, Mitsubishi Outlander PHEV, Tesla Model 3. Più che per tutti i gusti, ce n'è per tutte le tasche.

Commenti

agosvac

Lun, 17/12/2018 - 17:08

Sono solo io ad aver notato che , a parte la Punto , sono solo vetture straniere ad essere beneficiate da questi bonus? Non era meglio lasciare tutto come era???

schiacciarayban

Lun, 17/12/2018 - 17:12

Premiata anche l'efficienza Diesel. La Punto 1.3 Multijet - Non posso crederci! Ormai i diesel te li tirano dietro perchè sono quasi fuori produzione e questi propongono un'incentivo? Chi ha preso la bustarella?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 17/12/2018 - 17:29

Ma ci volete dire quali saranno invece la macchine super-tassate? Non si è ancora capito su quali basi si ragiona!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 17/12/2018 - 17:40

@agosvac. No, non era meglio lasciare tutto com'era. Mi spiace dover parlare di un morto ma se i produttori italiani non hanno a catalogo vetture elettriche e neanche ibride è proprio perché Marchionne, con una scelta che adesso si rivela sbagliata, ha tenuto FCA fuori da quelle tecnologie. Chi ha avuto coraggio ora ne beneficia. Il futuro è elettrico. Dove i motori tradizionali, generazione su generazione, migliorano le proprie performance di pochi punti percentuali, le tecnologie delle batterie migliorano a velocità dieci volte superiori. Se è chiarissimo che lo sviluppo, presto o tardi, andrà in una direzione, voltarsi dall'altra parte e far finta di niente è suicida.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 17/12/2018 - 17:58

Le elettriche? Inquinano, di fatto, quanto le "sporche" auto che vanno a petrolio. Ma usano batterie eh!, qui ci sta sotto uno sporco conflitto d'interessi se esponenti governativi dei Cinque Stalle hanno interessi industriali nelle batterie al litio.... Vergogna Cinque Stalle, avete completamente deluso.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 17/12/2018 - 17:59

E consolante sapere che se compero una Fiat qualsiasi pago una supertassa a favore di chi compera una Jaguar F-Pace. Quando la vedrò sfrecciare potrò dire con orgoglio: un poco è anche mia. Grazie Salvini, grazie Di Maio, mai avrei pensato di poter guardare una Jaguar F-Pace e pensare che senza i miei soldi forse il proprietario non l'avrebbe comperata. Farò una carezza al cofano.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 17/12/2018 - 18:06

El Presidente - le auto elettriche inquinano - al netto - quanto quelle a idrocarburi, solo in modo differito nello spazio e nel tempo. E poi dove sono tutti i punti di ricarica necessari? Dove sono tutte le centrali elettriche (a carbone, massimo massimo a gas) necessarie per far circolare un gigantesco parco auto improvvisamente (ma anche gradualmente) convertito a batterie? Vogliamo assistere a continui blackout i prossimi inverni? Smaltire (e produrre) le batterie al litio non inquina? E il trasporto merci su gomma - trainato da possenti motori diesel - non inquina? Siamo di fronte all'ennesima mistificazione!

MPP

Lun, 17/12/2018 - 18:57

Un'altra imbecillata come quella del superbollo per le auto di lusso: con la scusa di tassare i "ricchi" e gratificare il popolino forcaiolo hanno guadagnato qualche briciola, affossato il mercato delle auto di lusso, cancellato posti di lavoro e perso più IVA di quanto abbia reso la tassa. Ah si, vero, pero sono bocconiani...

pmario

Lun, 17/12/2018 - 19:23

Elettrica e poi cosa ne fai? Autonomia una francese 150 km, una giapponese 270km poi si ricarica all' 80% in un'ora con una colonnina da 50KW quindi consumo di un palazzo di 5 piani oppure con 7KW in 6 ore. Immaginate un viaggio Milano - Roma o Torino - Venezia che incubo al max ogni 200 km fermarti a ricaricare. Questo senza considerare i prezzi di queste auto e la follia di quanta energia serve alle colonnine come se l’energia si generasse da sola. Anche le batterie determinano un bell'inquinamento quando smettono di funzionare, mica sono eterne.

Fjr

Lun, 17/12/2018 - 19:24

Cioè fatemi capire l’unica piccola e pure Diesel che rientra nella categoria è la Panda a pedali?ah no è vero poi c’e’ La jaguar a uranio impoverito:)

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 17/12/2018 - 19:32

Chi spende da 45.000 € in su per un'auto elettrica, la acquisterebbe anche senza il bonus di 6000 €. Ringrazia per i soldi che io gli do e basta. Legare il bonus e il malus alle sole emissioni di CO2, senza inserire nella formula le emissioni di NOx e di particolato, è sbagliato, perché si incentivano i morituri motori diesel e non quelli a metano, che non producono particolato, pochi NOx e, potendo usufruire di biometano, non immettono molta "nuova" CO2. Non si dimentichi che la costruzione di una batteria da 40kWh comporta l'emissione di tanta CO2 quanta ne emette un motore termico piccolo in 100.000 km.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 17/12/2018 - 21:46

E chi non é presente nella lista delle elettriche, la FCA degli agnelli, ma so loro gli unici a trovarsi male sull´euro tassa perché i loro motori i piú sporchi in europa. E sallusti gli da pure corda.

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 17/12/2018 - 22:19

solo i ricchi si possono permettere queste baracche ! (Citroën C-Zero)

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 17/12/2018 - 22:45

Uno scandalo dare 6000 euro a queste zavorre ambulanti di auto elettriche.

portuense

Mar, 18/12/2018 - 06:39

GRAVE danno all'industria italiana con tutte le conseguenze, d'altronde cosa ci si puo' aspettare da questi politici che hanno solo auto straniere e vogliono diminuire la disoccupazione.....

jaguar

Mar, 18/12/2018 - 09:13

Per ora no grazie, troppo care sia di prezzo che di manutenzione, senza contare che per alcune ci vuole coraggio a chiamarle auto. Ma la punto diesel cosa ci fa in mezzo a tutte queste, devono forse smaltirne migliaia di invendute?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 18/12/2018 - 09:29

schiacciaryban, ma ci sei o ci fai, in "saldi" cosa volevi, l'auto elettrica? anche se bisogna dire che l'auto elettrica è un altra truffa messa su dalle multinazionali dei carburanti visto che la maggiore porzione di quella elettricità è prodotta con gasolio!

mariolino50

Mar, 18/12/2018 - 09:43

Vogliono uccidere il diesel, invece la termodinamica dimostra che il motore più efficiente, e produce meno co2. Invece le macchine a batteria possono andare bene solo in città o brevi spostamenti, non ci si fanno 1000 km, per caricarle poi ci vorranno centrali in quantità e tempo a disposizione, chi pensa bastino i pannelli è un illuso. La produzione e smaltimento delle batterie è anche molto inquinante.