Ford Mustang VI: la "pony car" piace anche in Europa

Si ispira nelle line alla fastback degli gloriosi Sixties ma presenta soluzioni meccaniche moderne, come la sospensione multilink e un 4 cilindri 2.3 EcoBoost a iniezione diretta di benzina: la nuova Ford Mustang strizza l’occhio al mercato europeo

È uno dei simboli delle 4 ruote americane, come la Corvette (leggi qui lo speciale sui suoi sessant’anni) o la Camaro, appena presentata in versione 2014 (leggi qui la news completa). Dopo 5 generazioni e 50 anni di storia (leggi qui il nostro speciale), ecco la nuova Ford Mustang.

La nuova Mustang si rifà al design del passato, con linee muscolose e larghe carreggiate, sia in configurazione fastback (coupe’) sia cabrio. Sotto la carrozzeria invece le novità sono tante e importanti.

All’avantreno viene confermato lo schema delle sospensioni tipo McPherson, ma al retrotreno cambia tutto: l’assale rigido, che aveva caratterizzato le precedenti cinque edizioni in perfetto stile americano, cede il passo a una moderna configurazione a ruote indipendenti tipo multilink.
Debutta inoltre una nuova e raffinata motorizzazione, a iniezione diretta di benzina: un 4 cilindri in linea EcoBoost da 2,3 litri a fasatura variabile, sovralimentato mediante turbocompressore e in grado di erogare 305 cv e 41,5 kgm.

Al tradizionale cambio manuale si affianca inoltre una trasmissione automatica mediante convertitore di coppia, per la prima volta corredata di levette al volante.

Vuoi conoscere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live