Honda Gold Wing F6B

La tourer eccellenza cambia volto e diventa custo-cruiser, in una metamorfosi particolarmente riuscita sul piano estetico. Al centro della scena resta comunque l'esuberante sei cilindri boxer di 1800 cc ma la voglia di osare c'è...

Gold Wing significa "ala dorata". Ed è l'ala dorata del logo Honda. Un nome importante per una moto che nella sua lunga storia, iniziata nel 1975 con due cilindri e 800 cc in meno, ha saputo conquistarsi la fama di tourer monumentale nelle dimensioni ma esemplare per comfort e gusto di guida. Celebrata come esempio unico nel suo genere di qualità di viaggio prettamente automobilistica, la Gold Wing sfida i pregiudizi come ha sempre fatto nelle lunghe stagioni che l'hanno vista protagonista. Questa volta lo fa con una versione completamente inedita, che si affianca a quella che già conosciamo: si chiama F6B e secondo Honda è una custom-cruiser. In pratica, ammicca al mondo delle "bagger", moto spogliate del superfluo, per esaltare meccanica e forme che solitamente restano nascoste da imponenti carenature. La F6B è da oggi la sola "bagger" a sei cilindri, un record difficilmente eguagliabile...

Per chi nasce? Dove si usa? A queste domande non è semplice dare una risposta: il turismo è ancora nel suo DNA, ma ora il lungo raggio lascia spazio a trasferte meno impegnative ma probabilmente più divertenti e scanzonate. Anche la città diventa un territorio da esplorare, grazie al peso ridotto e alla maggiore agilità: di sicuro, poi, il rischio di passare inosservati si riduce a zero!

Il sei cilindri di 1.832 cc è al vertice della tecnica motociclistica, imbrigliato nel telaio a doppio trave in alluminio; forcella telescopica con sistema anti-affondamento e steli di 45 mm di diametro, oltre al monobraccio della sospensione posteriore, completano il quadro. Il risparmio di peso si quantifica in 24 kg rispetto alla Gold Wing GL 1800.

Due le colorazioni: Graphite Black e un'esaltante Magna Red. L'appuntamento è sulle strade, dove la F6B dovrebbe vedersela con altre esponenti della categoria, tra cui va senza dubbio citata la Harley-Davidson Street Glide, un'icona a cui questa Honda deve qualcosa, almeno sul fronte dell'ispirazione. Qui, a segnare le differenze, c'è il motore sei cilindri boxer, indimenticabile per fluidità di erogazione, e un look che attira gli sguardi e fa venire voglia di guidare...

Vuoi saperne di più? Approfondisci su RED Live