Moto Gp, Lorenzo: "Se vinco in Ducati faccio la storia". Stoccata a Valentino Rossi?

Valentino Rossi ha ancora voglia di stupire ed all'età di 37 anni è pronto a sfidare e battere i suoi nemici in pista Jorge Lorenzo e Marc Marquez

Jorge Lorenzo sarà il prossimo pilota della Ducati nel 2017. Il campione del mondo in carica, però, ha ancora un anno di contratto con la Yamaha e dopo le schermaglie, nel finale della scorsa stagione, con il suo compagno di scuderia Valentino Rossi è pronto a ripetersi in questo 2016. Il classe 87 sottoscriverà un contratto con la Ducati fino al 2019, incasserà circa 25 milioni di euro in due anni e proverà una nuova avventura, proprio dove il suo “acerrimo nemico” in pista Valentino ha fallito nel 2011 e nel 2012. Lorenzo, però, è concentrato su questa stagione che lo vedrà ancora una volta tra i protagonisti: “La motivazione è stata provare a vincere con un’altra moto, necessitavo di questo cambio per aumentare le mie motivazioni e lavorare ancora meglio, ma lottare per la corona iridata con la mia scuderia attuale è adesso il mio obiettivo principale”.

Lorenzo-Rossi-Marquez nella passata stagione si sono dati battaglia in maniera più o meno corretta, ma alla fine è stato solo il Dottore a farne le spese visto che è stato beffato proprio dal compagno di squadra, all’ultimo atto, con il numero 46 che dovette partire dall’ultima fila, per una penalizzazione subita nella gara precedente dove secondo i giudici aveva commesso una scorrettezza ai danni di Marquez. Lorenzo, come detto, nel 2017 si siederà in sella ad una Ducati e proverà a vincere anche con la rossa: “Non ho ancora parlato con Stoner e non ho idea su chi sarà il mio compagno nella prossima stagione. Non dipende da me, però mi piacerebbe avere il maggior numero di persone competenti attorno. Avrò più certezza quando salirò sulla moto. La Ducati è come la Ferrari, credo che i fan abbiano bisogno di questa scuderia. Se vinco posso fare la storia”. Quest’ultima frase era una dedica per il Dottore? Una cosa è certa, questo campionato del mondo sarà diverso da quello precedente: Valentino Rossi ha imparato dai suoi errori e all’età di 37 anni suonati, il fuoriclasse di Tavullia, proverà a vincere nuovamente quel campionato sfuggitogli per un soffio nel 2015.

Commenti
Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 22/04/2016 - 13:04

Lorenzo è certamente un buon pilota, ottimo. Forse vincerà con quella Ducati che Valentino voleva fosse messa a disposizione ma che la cocciutaggine del capo progettista, ora messo alla porta, non volle mai dargli. Quanto alla popolarità, il "cabroncito" non arriverà mai ai livelli di V.R. Altra empatia, altro carattere, basti vedere le piste non italiane, piene zeppe di cappellini gialli con il numero 46. Di 99 color blu se ne vedono pochi, pochissimi. Quale migliore prova ?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 22/04/2016 - 14:04

Ci è bastato vedere come hai rubato l'ultimo mondiale.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 24/04/2016 - 09:24

Intanto beccati questa pole di V.R. ... ed il tuo terzo posto, specie di invidioso, geloso, falso e montato.

unz

Dom, 08/05/2016 - 19:28

la storia l'ha già fatta Stoner 10 anni fa. Se gli va bene fa il sequel. Rossi in Ducati non è comparabile, comunque vada a Lorenzo. Altri anni altra moto, altra squadra. Una cosa peró la sappiamo per certo: il primo mondiale l'ha vinto perchè Rossi ha saltato 4 gare per la frattura della tibia e del perone. Il secondo per l'infortunio di Stoner. Il terzo con la sceneggiata patetica di Marquez, dei giudici e della Dorna. Vincesse quest'anno in modo pulito sarebbe il primo mondiale vinto con merito. A 30 anni. Lorenzo è un gran bel pilota. Valentino è stato un fuoriclasse di livello difficilmente raggiungibile da altri umani. Di certo non da Lorenzo. E ancora puó dire la sua. Quest'anno non gliela regala mica...