Prova Renault Captur

Sogni l'avventura ma non vuoi allontanarti dall'asfalto? Ecco Renault Captur, comoda come una monovolume ma dalle dimensioni compatte. Dai primi di maggio a 15.950 euro per il benzina e 17.600 per il diesel

Urban Crossover, un segmento che sta crescendo rapidamente: letteralmente creato dalla MINI Countryman, si sta popolando grazie all'arrivo in sequenza di Nissan Juke, Opel Mokka e a breve Peugeot 2008. La Captur ambisce a giocare un ruolo da protagonista, puntando su alcuni elementi base molto validi, come ad esempio il telaio della Clio, adattato alla guida rialzata di 10 centimetri. L'obiettivo della Captur è fare da ponte tra le monovolume compatte e i tradizionali SUV, il tutto senza eccedere nelle dimensioni, che si fermano in lunghezza a 412 centimetri. L’abitabilità a bordo, comunque, è sorprendente, soprattutto per chi occupa i sedili posteriori. Tra le peculiarità c'è il grande cassetto da ben 11 litri di capacità davanti al sedile anteriore. I materiali dell'abitacolo, però, non sono particolarmente raffinati, nonostante il design ben riuscito degli interni.

Due le motorizzazioni previste per il lancio, che avverrà all'inizio di maggio: benzina TCe 120 EDC con cambio automatico a doppia frizione e 120 cavalli di potenza ; diesel Energy dCi 1.500 cc da 90 cv, sovralimentato.

Il motore benzina è silenzioso, non vibra ed è molto progressivo: si districa bene nonostante il peso dell'auto superiore a 1.700 kg. La guida è facile e intuitiva, con la Captur che apprezza l'approccio deciso. Lo sterzo è leggero ma efficace, mentre le sospensioni – con il veicolo non a pieno carico – si sono rivelate un po' meno comode del previsto quando la superficie stradale è irregolare. Il motore diesel Energy dCi 90 è senza dubbio la scelta più opportuna per la Captur: vibra poco di più del benzina ma offre una coppia superiore e una notevole elasticità. Per ora c'è il cambio meccanico a cinque rapporti ma presto arriverà l'automatico doppia frizione EDC. E in fuoristrada? La Captur non si tira indietro, anche se non si spinge oltre le classiche strade bianche. Non a caso la trazione integrale non è prevista e probabilmente non arriverà neanche in futuro.

Renault Captur sarà nelle concessionarie dai primi giorni di maggio a 15.950 euro per la versione benzina TCe da 90 cavalli e a 17.600 euro per il diesel.

Vuoi sapere tutto su auto e moto? Leggi RED Live