PureTech, i nuovi motori Citroёn

L’azienda francese lancia una nuova famiglia di motori, 1.0 e 1.2: più potenti ma meno assetati e meno inquinanti dei motori che vanno a sostituire, equipaggeranno C3, DS3 e la nuova C-Elysée, destinata ai mercati emergenti

20/20/20: è racchiuso in queste cifre l’obiettivo che l’UE si è prefissa di raggiungere entro la fine del 2020 con l’approvazione del pacchetto clima-energia, consistente nella riduzione del 20% le emissioni di gas a effetto serra, aumento del 20% del risparmio energetico e aumento del 20% del consumo di fonti rinnovabili.

L’obiettivo è molto ambizioso e il suo raggiungimento non può prescindere dal coinvolgimento delle aziende dell’automotive, data l’incidenza determinante delle automobili sull’inquinamento atmosferico; anche se negli ultimi tempi le aziende stesse hanno orientato sempre più la ricerca tecnologica verso il contenimento dei consumi e delle emissioni, non solo per rispettare i parametri UE, ma anche per far fronte alla crisi e assecondare le sempre maggiori attenzioni dei clienti alle tematiche ambientali.

Citroёn non vuole certo farsi trovare impreparata rispetto a questi argomenti ed è in questo contesto che l’azienda francese lancia una nuova generazione di motori a benzina denominata PureTech.

Dotata di tecnologie all'avanguardia, la nuova famiglia di motori Citroёn esprime potenze superiori rispetto alla generazione precedente, ma consumi di carburante significativamente più bassi ed emissioni di gas a effetto serra minori del 25%.

I nuovi motori, che saranno tutti prodotti nel sito di Trémery in Francia, andranno a equipaggiare C3, DS3 e la nuova C-Elysée.

Sono due i motori della nuova famiglia PureTech: 1 litro e 1,2 litri con potenze che vanno da 68 CV a 82 cv.

Il motore VTi 68 (68 come i cavalli di potenza), di 999 cm3, è disponibile per C3 e ha ben 10 CV in più del motore di 1,1 litri che sostituisce. Quanto alle prestazioni, sono migliorate sia la velocità massima (8 km/h in più) sia l’accelerazione (2,3 secondi in meno sullo O-100 Km/h) mentre Citroёn dichiara un consumo di carburante minore del 27% rispetto alla versione precedente nel ciclo combinato e una netta diminuzione anche delle emissioni di CO2.

Il motore VTi 82, disponibile su C3 e DS3, è invece di 1199 cm3 e la sua potenza massima (82 cv) è aumentata di 9 cv rispetto alla versione 1.4 che va a sostituire. La velocità massima è in crescita di 11 km/h e nello sparo da 0 a 100 km/h il nuovo motore VTi 82 consente al cronometro di fermarsi 1,9 secondi prima. Consumo ed emissioni sono invece diminuiti di circa il 25%.

Una versione supplementare del 1.2, il VTi 72, è già disponibile sulla nuova C-Elysée, auto destinata ai mercati emergenti.

Vuoi saperne di più sul mondo dei motori? Visita RED-Live