Yamaha FJR1300 A

Yamaha presenta la sua sport-tourer completamente rinnovata: l'elettronica è più raffinata (controllo di trazione TCS, comando elettronico dell'acceleratore e cruise-control) e il comfort ancora maggiore

La nuova Yamaha FJR 1300

Yamaha ha da poco presentato alla stampa la nuova FJR1300, ricca di novità.
Partiamo dall'estetica: cupolino e plexiglas (regolabile in altezza) hanno un design nuovo. Il plexiglas in particolare è regolabile elettricamente ed è dotato di un sistema in grado di memorizzare l'ultima posizione, così da non doverla reimpostare a ogni spegnimento del motore.

Anche blocchetti elettrici e comandi sono tutti nuovi; completamente rinnovata anche la strumentazione, che ora ha tre quadranti retroilluminati con contagiri analogico ed elementi digitali.

Tra le novità in tema di elettronica, possiamo citare il controllo di trazione TCS, il comando elettronico dell'acceleratore (YCC-T Yamaha Chip Controlled Throttle) e il cruise-control, comodo per le lunghe percorrenze. Il doppio faro ora ha le luci di posizione a LED e il sistema Yamaha D-Mode offre due modalità di mappatura, Touring, per una guida più rilassata e Sport, per una guida più aggressiva.

Anche le sospensioni sono state riviste. I comandi per regolarle, inoltre, sono stati studiati per essere pratici e intuitivi: per aumentare il precarico del monoammortizzatore ora basta regolare la leva posta a sinistra sotto la sella e facilmente raggiungibile. Anche i registri dell’ìdraulica sono facilmente raggiungibili e regolabili.

Quanto al motore, è il classico quattro cilindri in linea, progettato per essere regolare e fluido nell’erogazione della potenza, che cresce di due kW, fino a 107,5 (146 cv) a 8000 giri/min; la coppia massima invece è 138 Nm (14,1 kgm) a 7000 giri.

La Yamaha FJR1300 è disponibile in due versioni, “A” e “AS”; per la AS però, che sarà dotata di cambio servoassistito e sospensioni semi-attive, bisogna attendere fino ad aprile 2013.

Vuoi saperne di più? Approfondisci su RED Live