Il motorino elettrico arriva alla Foce ma non inquina

Omologato per due persone, esente da bollo e con una assicurazione ridotta del cinquanta per cento. Se poi si aggiunge che è uno scooter elettrico, allora tutto può cambiare, almeno in termini di inquinamento. Il mezzo alternativo di «Ecomission», diventa così uno dei protagonisti di «Energethica». Infatti tra le novità legate al risparmio energetico e alle energie alternative, c’è anche il motorino elettrico. Una risposta al tema della mobilità sostenibile diventato sempre più attuale per le amministrazioni pubbliche. L’ipotesi, non più remota, di poter utilizzare mezzi alternativi e non inquinanti, nel pieno rispetto delle normative di sicurezza, diventa così un fatto concreto con il progetto «Ecomission»: una divisione della società «Dream» ideata e sviluppata dall’imprenditore genovese, Walter Pilloni già presidente della società «Dreamcars» e amministratore di Teknit. «Ho deciso di impegnarmi in questo ultimo confronto con il mercato - spiega Walter Pilloni - perchè credo che vi sia un potenziale enorme da esprimere. È chiaro a tutti che l’aumento continuo di costi dei carburanti e i già noti problemi ambientali ci suggeriscono di guardare altrove. Il motore elettrico è senz’altro la risposta più veloce e sicura in attesa di nuove tecnologie. Mi auguro soltanto che le autorità locali recepiscano il bisogno di dotare le città di punti di ricarica. È stato dimostrato che laddove esistono le colonnine il mezzo elettrico è più diffuso. Tra pochi anni tutti i centri urbani saranno transitabili solo da mezzi elettrici. Ci auguriamo pertanto di non essere scoraggiati dalla burocrazia». Gli esperti aggiungono che i veicoli elettrici godono di numerosi vantaggi (l’esenzione del bollo per cinque anni, riduzione del 50 per cento dei costi assicurativi, un contributo del 30 per cento sulla rottamazione del vecchio scooter che può essere cumulato con altri contributi comunali o regionali), mentre dal punto di vista economico passare all’elettrico significa che il costo di un pieno di energia per compiere 50/70 chilometri è di trenta centesimi di euro.