Con la motosega assale passeggero in metropolitana

Scena da film dell'orrore: un uomo si è scagliato su un'altra persona con una sega elettrica ferendola gravemente. È successo in una stazione della metropolitana di New York, dove un narcotrafficante del Bronx di 33 anni, con precedenti, ha attaccato un 63enne causandogli profonde ferite sul petto. La vittima dell'aggressione è stata trasportata in ospedale, mentre l'assalitore, che aveva rubato la sega elettrica a batteria ad alcuni operai della stazione della metro di Manhattan, è stato arrestato e quindi rilasciato a causa di problemi psichici di cui sembra essere sofferente. «Mi ha guardato e, prima di poter capire cosa avesse in mente, mi ha aggredito. Voleva tagliarmi in due», ha detto dall'ospedale la vittima, un impiegato delle Poste, per il quale ben più grave del folle gesto in sé è il fatto di non essere stato aiutato da alcuno, nemmeno dagli elettricisti ai quali la sega apparteneva, che durante l'attacco avevano continuato il loro lavoro.